Schermata 2022-02-14 alle 15.43.08.png
odio gli indifferenti
I can't breathe

installazione con realtà aumentata

con le voci e i volti delle partigiane e dei partigiani Germana Masi, Remo Passerini, Pietro Reverdito, Paolo Repetto, Lina Tinti e dei nuovi partigiani Sirin Ghribi, Rebecah Commey

ideazione e drammaturgia Saveria Project

testo e voce Stefano Moretti

montaggio video Luca Carboni

coordinamento Giulia Valenti

app engineering Valerio Palma

produzione Saveria Project con Fondazione Teatro Piemonte Europa

 

progetto vincitore del bando Sostegno! promosso da Emilia Romagna Teatro Fondazione e del bando Gramsci Lab

con il sostegno di

Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna

ANPI provinciale di Bologna

Comune di Bologna

ATER Fondazione - Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno

Perché questa stanza? Perché proprio lui? Perché Remo è stato partigiano, va bene. È stato prigioniero politico in un campo di concentramento nazista, d’accordo. Eppure, non è per questo che sei qui, nella sua stanza. Sei qui perché lui è uno di molti. Non il più brillante e nemmeno il più importante che ha vissuto quell’esperienza.

Odio gli indifferenti è un'installazione, in una stanza con realtà aumentata. È un viaggio, per una o due persone per volta, attraverso la memoria del nostro Paese, con i suoi ricordi e le sue rimozioni, le lotte dimenticate e quelle mai veramente combattute.